Grande Fratello 2018, il Codacons chiede la chiusura, sembra una discarica televisiva

3 0

Grande Fratello 2018, il Codacons chiede la chiusura, sembra una discarica televisiva

L’associazione che tutela i consumatori ha presentato un esposto all’Agcom chiedendo la cancellazione immediata del controverso reality di Canale 5: “Tra volgarità di vario tipo, violenze verbali, personaggi borderline e finte storie d’amore è diventato una discarica televisiva, in cui si sfruttano disagi psicologici”.

L’indignazione contro il Grande Fratello 2018 continua ed è ormai incontenibile. Dopo le proteste di moltissimi spettatori, quelle del Moige e, elemento più allarmante, il ritiro di diversi sponsor in segno di protesta, arriva ora il comunicato del Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. L’associazione ha presentato un esposto all’Agcom e chiede la chiusura del reality show, definendolo un “circo degli orrori” e una “discarica televisiva”.

Il comunicato del Codacons
Non è difficile immaginarne le motivazioni: gli episodi di aggressioni verbali e il linguaggio volgare stanno facendo discutere, forse più che in altre edizioni. Il Gf firmato Barbara D’Urso ha senz’altro pigiato sull’acceleratore del trash, portando all’estremo ingredienti che, in realtà, sono parte sostanziale del programma da sempre. Questo il comunicato del Codacons:

 

Con l’ultima edizione del Grande Fratello, la televisione italiana non ha mai raggiunto livelli di trash così elevati. Lo afferma il Codacons, che sta ricevendo da giorni le proteste degli utenti della tv che non vogliono più assistere a spettacoli così aberranti sui teleschermi. Tra volgarità di vario tipo, violenze verbali, personaggi borderline e finte storie d’amore a uso e consumo delle telecamere, il Grande Fratello è diventato una “discarica televisiva”, altamente diseducativa specie per i più giovani – spiega l’associazione – Ad aggravare la situazione la scelta degli autori di inserire nella casa personaggi sopra le righe che sembrano mostrare disagi psicologici, le cui debolezze vengono così sfruttate ai fini di audience in una sorta di “circo degli orrori”.
Chiediamo a Mediaset di fare un passo indietro, disponendo la sospensione del programma nell’interesse dei telespettatori – afferma il Codacons – Con un esposto all’Agcom, inoltre, abbiamo chiesto all’Autorità di disporre la chiusura immediata della trasmissione qualora l’azienda non adotterà entro pochi giorni misure in tal senso.

Il pubblico minaccia di non guardare più il GF: #addiogf15
Se l’episodio degli insulti ad Aida Nizar è già costato l’espulsione a Baye Dame, i contenuti di questa edizione continuano a suscitare rabbia e disgusto. Così tantissimi spettatori (in particolare i fan di Aida che non hanno gradito la sua eliminazione) hanno promesso di non guardare più lo show, tanto che su Twitter è diventato virale l’hashtag #addiogf15. Ora non resta che attendere i risultati Auditel di martedì 15 maggio, quando andrà in onda la nuova puntata: davvero gli ascolti crolleranno o la curiosità del pubblico prevarrà sullo sdegno?

Il ritiro degli sponsor
Se la chiusura anticipata, nonostante tutti gli appelli, appaia davvero improbabile, Mediaset sta facendo in conti con una forma di protesta ben più pericolosa. Nei giorni scorsi si è verificata infatti una vera e propria fuga degli sponsor che finanziano il programma e che hanno ritirato i loro prodotti. Diversi oggetti sono stati tolti di conseguenza dalla Casa: il problema economico potrebbe essere molto più pericoloso del giudizio dell’opinione pubblica.

fanpage.it

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *