6 morti al concerto del trapper Sfera Ebbasta

241 0

Uno spray avrebbe scatenato il panico all’interno di una discoteca a Corinaldo. Poi la ressa avrebbe fatto crollare i parapetti di un ponticello mentre le persone erano in fuga. Le vittime sono 5 ragazzini e una mamma. Decine di persone ricoverate. Il pm: «Venduti 1400 biglietti, la capienza era di un terzo»


Sei persone sono morte, altre sette sono in gravissime condizioni, una cinquantina i feriti, con lesioni e traumi da schiacciamento: quasi tutti giovanissimi travolti durante un concerto del trapper Sfera Ebbasta all’interno della discoteca La Lanterna Azzurra, di Corinaldo, in provincia di Ancona, dopo che una sostanza urticante diffusa all’interno, ha provocato il panico. Il peso e la pressione della folla in fuga avrebbe fatto crollare il parapetto di un ponticello fuori da una uscita di sicurezza, causando la caduta di decine di persone in un fossato e provocando la morte delle persone rimaste schiacciate o ferite, quasi tutti studenti delle scuole superiori di Senigallia. L’inchiesta si sta muovendo due fronti, con diverse ipotesi di reato. Da un lato, secondo quanto si apprende in ambienti giudiziari, si indaga su chi ha spruzzato lo spray al peperoncino; dall’altro sul sovraffollamento, sembra che fossero stati venduti 1400 biglietti contro una capienza di un terzo, e sulle misure di sicurezza della discoteca. I reati al vaglio sono, nel caso della persona che ha usato lo spray – sembra una ragazza – quelle di morte come conseguenza di altro reato o l’omicidio preterintenzionale. Nel caso dei gestori della discoteca, l’omicidio colposo.

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *