Condannato a tre anni di prigione lo scienziato cinese che ha creato i primi bambini geneticamente modificati

by

tre anni di prigione lo scienziato cinese che ha creato i primi bambini geneticamente modificati

Lo scienziato cinese He Jiankui, creatore dei primi bambini geneticamente modificati , è stato condannato questa mattina a 3 anni di prigione e una multa di 380.000 euro. In un processo tenuto a sorpresa e a porte chiuse, un tribunale di Shenzhen lo ha dichiarato colpevole di “aver effettuato illegalmente l’ editing genetico di diversi embrioni umani a fini riproduttivi”; Secondo le informazioni avanzate dall’agenzia di stampa ufficiale, Xinhua. Sarò anche bandito a vita per lo svolgimento professionale di qualsiasi attività legata al mondo sanitario.

Condannato a tre anni di prigione lo scienziato cinese che ha creato i primi bambini geneticamente modificati
Condannato a tre anni di prigione lo scienziato cinese che ha creato i primi bambini geneticamente modificati

Il 26 novembre dell’anno scorso, Jiankui ha sorpreso il mondo annunciando di aver manipolato due embrioni umani attraverso una tecnica di editing genetico nota come CRISPR per renderli immuni al virus dell’AIDS. Lo scienziato, noto sulla scia dell’evento come “il Frankenstein cinese”, rese pubblico il suo risultato attraverso un video pubblicato su YouTube in cui narrava come nacquero una coppia di bambini, due gemelli che ricevettero il nome di Lulu e Nana “Settimane fa” ed erano “in perfetta salute”.

Stamattina la corte di Shenzhen ha stabilito che Lui, commosso dal suo desiderio di “fama e fortuna”, ha saltato deliberatamente “le norme nazionali sulla ricerca scientifica e la gestione medica”. La sentenza afferma che ho falsificato documenti e fornito false informazioni sui loro studi, “superando ogni linea etica”, per reclutare fino a sette coppie in cui l’uomo era stato infettato dall’HIV e la donna no. L’affermazione del team guidato da Lui era, dopo la fecondazione, intervenire sull’embrione per disattivare il gene CCR5, usato dal virus dell’AIDS per accedere al sistema immunitario umano.

Advertisement




Durante la sua partecipazione a un vertice scientifico a Hong Kong, due giorni dopo, il genetista ha confessato l’esistenza di una seconda fecondazione , “una potenziale gravidanza”. La sentenza odierna conferma che questa gravidanza è arrivata a buon fine, quindi il numero totale di bambini nati a seguito dell’esperimento è aumentato a tre.

L’annuncio di Jiankui ha quindi sollevato un’enorme controversia e ha ricevuto forti critiche dai suoi colleghi, che hanno lamentato la sua mancanza di etica durante l’esecuzione di una procedura illegale nella maggior parte dei paesi del mondo. Alle voci di disapprovazione fu aggiunto il Premio Nobel per la medicina David Baltimore, che descrisse il suo comportamento come “irresponsabile”.

Nel loro paese, 122 accademici della comunità scientifica hanno pubblicato una dichiarazione congiunta in cui affermavano che “qualsiasi tentativo” di apportare cambiamenti negli embrioni umani attraverso modifiche genetiche è “pazzo” e che la nascita di questi bambini rappresentava “un rischio elevato “. Perfino Huang Wei, viceministro della Scienza e della Tecnologia, ne ha parlato, assicurandosi che le sue attività scientifiche – da allora sconosciute da allora – siano immediatamente sospese e definiscono la sua condotta “scioccante e inaccettabile”.

Nonostante l’agitazione, non solo non espresse alcun rimorso, ma espresse soddisfazione per il suo successo. “Sono orgoglioso, soprattutto perché il padre [dei gemelli] pensava di aver perso ogni speranza nella sua vita”, ha detto poi. Aggrappandosi all’idea che il suo metodo “potrebbe essere l’unico modo per curare qualsiasi malattia”, il ricercatore, che ha affermato di aver autofinanziato il suo lavoro e respinto qualsiasi coinvolgimento delle sue due società di ricerca genetica, ha insistito sul fatto che “se la tecnologia è disponibile , possiamo aiutare le persone che ne hanno bisogno. “” Ciò che abbiamo fatto è aprire pari opportunità per avere famiglie sane “, ha detto.

Altri due scienziati, membri di istituzioni mediche nella provincia del Guangdong, sono stati puniti accanto a lui questa mattina e la pena si qualifica come collaboratore necessario nella “cospirazione”: Zhang Renli, con due anni di prigione; e Qin Jinzhou, con uno e mezzo. Allo stesso modo, il veto permanente per lo svolgimento professionale di qualsiasi attività relativa al mondo sanitario è stato esteso a tutte le persone coinvolte nella procedura scientifica, il cui numero esatto non è trasceso.

“Questa frase suppone un messaggio molto atteso dalla comunità scientifica”, sottolinea Lluis Montoliu , ricercatore del Centro nazionale di biotecnologia ed esperto di CRISPR. “È una condanna importante che mette a tacere le critiche secondo cui in Cina tutti i tipi di esperimenti erano possibili senza conseguenze. La frase mostra che non è così e, al di là degli anni di prigione e della multa, la cosa più rilevante è che Jiankui è disabile perché la vita svolga ulteriori ricerche in questo campo “, afferma lo scienziato.

Ciascuna delle cellule di una persona trasporta una copia del proprio genoma all’interno, un set di 6.000 milioni di lettere di DNA che sono il libro di istruzioni per il corretto funzionamento di tutte le funzioni vitali. Ci sono molti errori di battitura in quel genoma che possono causare malattie. Ho cercato di modificare il genoma degli embrioni per riprodurre un errore di battitura benefico: 39 lettere in meno nel gene CCR5 che sono essenziali per il virus dell’AIDS per infettare i globuli bianchi. Il problema è che CRISPR non è perfetto, ma può anche introdurre ulteriori errata con un potenziale pericolo per la salute del bambino. Inoltre, CRISPR spesso non modifica tutte le cellule, ma solo una parte, generando così esseri umani con due genomi diversi