I succhi di frutta provocano il cancro (anche quelli naturali) lo dice una ricerca!

5461 0

Come riporta sputniknews. Cade il mito sui benefici dei succhi di frutta. Secondo una ricerca, anche se naturali, possono avere le stesse conseguenze negative delle bibite gasate.

Un gruppo di ricercatori francesi ha recentemente pubblicato sul British Medical Journal i risultati di una ricerca durata 10 anni sul legame tra le bibite fresche e il rischio di cancro. È risultato che i benefici dei succhi di frutta non sono che un mito e anche solo un bicchiere di succo al giorno aumenta il rischio di sviluppo del cancro.

Che le bevande dolci facciano male alla salute lo si sapeva già da tempo. Diversi studi hanno dimostrato che le bibite contenenti zuccheri comportano rischi per il cuore e i vasi sanguigni, provocano l’ipertonia, il diabete del 2 tipo e favoriscono l’ingrassamento. Questo basta a rappresentare un rischio concreto di sviluppo del cancro.

Inoltre l’alto indice glicemico delle bevande gasate abbassa la sensibilità all’insulina e questo può portare al cancro al seno e altre forme di cancro. Possono essere cancerogeni anche gli additivi presenti in queste bibite, come i coloranti (il 4-metilimidazolo), i dolcificanti (l’aspartame) e i pesticidi (presenti nei succhi di frutta).

Tuttavia la maggior parte dei ricercatori in passato si sono focalizzati proprio sulle bibite gasate, lasciando nell’ombra i succhi di frutta naturali: proprio per questo i ricercatori francesi hanno deciso di verificarne i benefici.

Lo studio si è svolto sulla base di un sondaggio online che ha interessato più di 100 mila maggiorenni residenti in Francia. Dal 2009 i partecipanti hanno compilato un diario alimentare online, registrando ogni alimento consumato nel giro di due settimane due volte all’anno. Dopodiché venivano sottomessi a visite mediche. La selezione finale dello studio ha incluso 19772 persone.

Per escludere altri fattori che potrebbero aver influito sullo sviluppo del cancro, i ricercatori hanno preso in considerazione lo stato di salute generale, l’attività fisica svolta, lo stato sociale ed economico e le caratteristiche antropometriche.

Brutte notizie per i golosoni

Le analisi hanno dimostrato che le persone che abusano di bevande dolci in generale hanno in media il 18% in più delle possibilità di ammalarsi di cancro. Nel caso del cancro al seno questo indicatore sale al 39%.

Ma la notizia sorprendente è che anche i succhi di frutta naturali al 100% sono risultati pericolosi, e non molto meno delle bibite gasate! Chi li beve in grande quantità, secondo i risultati dallo studio, ha il 12% in più delle possibilità di ammalarsi di cancro.

Invece le bibite con dolcificanti artificiali si sono rivelate innocue dal punto di vista del cancro. Ma i ricercatori fanno un’importante precisazione: erano pochi i partecipanti allo studio che consumavano queste bibite, quindi è ancora presto per riabilitare i dolcificanti.

“Se confrontiamo 100 ml di cola e 100 ml di succo d’arancia naturale, il contenuto di zucchero è più o meno lo stesso”, spiega una degli autori dello studio, la dott.ssa Mathilde Touvier, ricercatore senior presso il Centro di ricerca epidemiologica e statistica dell’Università della Sorbonne.

Sembra che il fattore che realmente provoca il cancro sia proprio lo zucchero, la cui presenza è eccessiva sia nei succhi naturali che nelle bevande gasate.

“Non è sorprendente che i danni provocati dalla cola e dal succo di frutta siano gli stessi. Non vuol dire che bisogna completamente escluderli dalla propria dieta. Non succede niente di terribile se li consumate ogni tanto. Ma se bevete anche solo un bicchiere di succo o di cola al giorno, questo potrebbe provocare lo sviluppo del cancro o di malattie del cuore e dei vasi sanguigni”.

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *