Lavoro: La NASA offre 16.000 euro per stare a letto due mesi. Ecco perché

280 0

La NASA e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) pagheranno 19mila dollari (più di 16mila euro) a 24 volontari per restare due mesi sdraiati su un lettino, al fine di valutare gli effetti dei viaggi spaziali sul nostro corpo. Benché possa apparire come un “lavoro da sogno”, in realtà si tratta di un esperimento piuttosto stressante per l’organismo umano, che va incontro anche alla perdita di tessuto osseo e massa muscolare, esattamente come avviene agli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Non a caso per contrastare gli effetti della microgravità trascorrono molto tempo a fare attività fisica e seguono una dieta bilanciatissima. Lo scopo dell’esperimento, chiamato “Bedrest”, è proprio quello di valutare gli effetti di lunghi viaggi spaziali, oltre che testare contromisure come la gravità artificiale, ottenuta attraverso una centrifuga a braccio corto applicata al lettino.

L’esperimento. La ricerca, la prima di questo genere condotta in collaborazione tra NASA e ESA, è stata avviata il 25 marzo a Colonia, presso l’impianto del German Aerospace Center (DLR). Sono stati coinvolti dodici uomini e dodici donne in perfetta salute tra i 24 e i 55 anni. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi: il primo dovrà semplicemente stare sdraiato nel lettino, con l’obbligo di mantenere una delle due spalle costantemente in contatto col materasso; il secondo, oltre al riposo forzato, per un’ora al giorno sarà sottoposto alla centrifuga per simulare la gravità artificiale, che spingerà il loro sangue a fluire verso le estremità.

La posizione dei lettini è inclinata di 6°, con le gambe risultano leggermente sollevate, e i partecipanti saranno monitorati 24 ore su 24; dovranno fare i propri bisogni fisiologici sempre da sdraiati. Durante i due mesi di prova verranno tenute sotto stretta osservazione le funzioni cardiovascolari, cognitive e metaboliche, oltre all’equilibrio e la forza muscolare. Fondamentale sarà il confronto tra i due gruppi, dato che quello sottoposto alla centrifuga dovrebbe poter contrastare la perdita di massa muscolare e tessuto osseo.

Oltre ai due mesi nel lettino, i partecipanti trascorreranno un altro mese nel centro, per la necessaria riabilitazione e ulteriori indagini. Fortunatamente sarà consegnato loro molto materiale per intrattenersi durante il periodo di “riposo”.

fanpage.it

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *