Marco Carta arrestato per furto alla Rinascente di Milano

273 0

Il cantante 34enne, diventato famoso dopo la vittoria di «Amici», è stato fermato all’uscita del grande magazzino, insieme a una donna di 53 anni. L’accusa, quella di avere rubato sei magliette dal valore di mille e duecento euro, ma il processo per direttissima non ha convalidato l’arresto. «Non sono stato io», le sue prime parole

Il giudice non ha convalidato l’arresto di Marco Carta, fermato a Milano ieri sera, venerdì 31 maggio, insieme a una donna di 53 anni. L’accusa, come riporta l’Ansa, è quella di furto aggravato alla Rinascente di piazza Duomo. Il 34enne, processato per direttissima, resta però indagato. Per quel che riguarda la donna, invece, l’arresto è stato confermato.

In base alle prime ricostruzioni, i due stavano uscendo dal grande magazzinocon sei magliette – dal valore di mille duecento euro – a cui era stato tolto l’antitaccheggio, ma non la placchetta flessibile che ha fatto scattare l’allarme.

La decisione del giudice, come scrive il Corriere della Sera, si basa sul fatto che il cacciavite per togliere l’antitaccheggio e la merce rubata si trovavano nella borsa della donna. La Polizia sta visionando i filmati delle telecamere. Ieri il grande magazzino è rimasto aperto fino all’una di notte, per la versione estiva del celebre Black Friday.

«Adesso vado a casa, sono un po’ scosso, le magliette non ce le ho io, l’hanno visto tutti. Non sono stato io», ha fatto sapere il cantante, vincitore di Amici, Sanremo e di un’edizione di Tale e quale, subito dopo l’udienza.

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *